SPEZZATINO DI CINGHIALE ALLA NOSTRA MANIERA

La selvaggina è tra le tipologie di carne che più amiamo, e che si presta a molte cotture che variano in base all’animale e al taglio.

Quella che vi proponiamo oggi è la ricetta per ottenere un saporito spezzatino di cinghiale, ma può essere utilizzata anche per carne di capriolo o cervo.

 

INGREDIENTI:

  • Spezzatino di cinghiale
  • 1 cipolla bianca grande
  • 1 cipolla rossa
  • Sedano
  • 2 Carote
  • 5l Vino bianco
  • 0,75 l Vino rosso
  • Alloro
  • Erbe aromatiche a piacere
  • 1 litro di brodo vegetale

 

FASE 1: LA CARNE

Il cinghiale, e la selvaggina in generale, hanno un sapore molto forte e necessitano in prima battuta di marinare per perdere il gusto di selvatico troppo intenso e fastidioso per il nostro palato.

Lasciate quindi tutta la notte il vostro spezzatino a riposare in un ampio recipiente con 0,75 l di vino rosso a scelta e poi scolatelo.

Dopo aver completato questa operazione tagliate grossolanamente una grossa cipolla bianca e mettetela a rosolare in un tegame, nel quale versate il cinghiale, non aggiungete altro e fatelo cuocere a fuoco medio per circa 30 minuti.

Questa operazione serve per togliere definitivamente gli odori troppo penetranti.

Al termine di questa operazione togliete la carne ed eliminate la cipolla con l’acqua di cottura che si è prodotta

 

FASE 2: IL SOFFRITTO

Affettate la cipolla rossa, il sedano e le carota per il soffritto, abbondate e non siate troppo precisi nel taglio.

Versate un filo d’olio in una pentola capiente e fate rosolare il soffritto a fuoco alto, facendo attenzione a non bruciare la cipolla, e quando la verdura si sarà dorata aggiungete il cinghiale, un paio di foglie di alloro e tutte le spezie che vi piacciono.

Noi amiamo la maggiorana e il rosmarino in particolare.

 

FASE 3: LA COTTURA

Dopo aver saltato a fuoco alto l’insieme degli ingredienti sfumate con abbondante vino bianco, noi abbiamo utilizzato un Langhe Chardonnay, lasciatelo evaporare per qualche minuto e aggiungete due bicchieri di brodo.

Abbassate il fuoco, coprite e lasciate cuocere per almeno 4/5 ore a fuoco lento aggiungendo di tanto in tanto il brodo, se si asciuga eccessivamente.

Terminata la cottura, potete decidere di servirlo con il suo sughetto oppure potete frullare il soffritto e ottenere una cremina da versare sulla carne.

 

Il risultato sarà uno spezzatino gustoso ma delicato, in cui tutti i sapori si amalgamano senza sovrastarsi, da accompagnare con un buon rosso corposo.

Buon appetito!